Warning: A non-numeric value encountered in /home/shopgm94/orvietopertutti.it/wp-content/themes/Divi/functions.php on line 5760

Fin dal giorno della costituzione dell’Associazione con la presentazione delle linee di indirizzo della stessa, sia pubblicamente che nei vari incontri di zona, abbiamo fermamente sostenuto il ruolo centrale che dovrà rivestire il Palazzo dei Sette per lo sviluppo della Città.

Ad Orvieto, è cronica la carenza della disponibilità costante di ampi contenitori dove, in tutte le ore del giorno ed in ogni stagione, poter socializzare; in un’epoca dove i rapporti umani si sviluppano in massima parte in rete, diventa essenziale tornare alle origini e riappropriarsi del piacere di interagire direttamente tra le persone.-

Il Palazzo dei Sette, ristrutturato oramai da circa venti anni, complessivamente in buono stato di conservazione e manutenzione è, ad oggi, utilizzato in minima parte specialmente nei confronti delle enormi potenzialità cui le sue caratteristiche possono garantire.

La funzione centrale può essere data mediante il suo utilizzo costante dando modo di sfruttare in maniera organica gli ampi spazi in esso presenti; pensiamo a mostre, esposizioni, eventi culturali e di intrattenimento, piccoli convegni, il tutto collegato alla realizzazione al suo interno di un “info-point” cui veicolare tutti i flussi turistici in arrivo ad Orvieto nell’ambito dell’applicazione del Progetto di Marketing e Sviluppo Turistico proposto e pubblicamente visionabile direttamente sul nostro Blog, dando così un valido quanto essenziale servizio di ospitalità.

Un luogo di incontro catalizzatore per tutti gli Orvietani (sia residenti della rupe che non e degli abitanti del comprensorio) tanto da poter rappresentare un motivo per salire in centro; un luogo di incontro che, con l’auspicabile ripristino del collegamento diretto del chiostro con l’adiacente Piazza del Popolo, possa trasformarsi definitivamente nella “Galleria dei Sette“, riportando alla luce vecchie proposte di cittadini illustri cui, negli anni, le varie amministrazioni non hanno mai dato ascolto.